Conferenza organizzativa 2021 – “L’AVIS che vogliamo”

20
Mar

 

Un’occasione importante per avviare, attraverso un confronto interno, il percorso di riforma dello Statuto associativo. Con questo obiettivo il 13 e 20 marzo 2021 si svolgerà online la seconda Conferenza organizzativa di AVIS Nazionale

Come riportato nella relazione del Consiglio nazionale illustrata durante l’ultima assemblea generale del 31 ottobre 2020, questa Conferenza organizzativa si pone l’obiettivo di “ridisegnare e immaginare un’AVIS che sappia approfondire con coraggio la propria realtà, inserita nel mutato momento storico, e uscendo dal limite dell’autoreferenzialità sappia guardare al futuro. Lavorare per progettualità, collaborare alla ricerca, rapporti di collaborazione sociale e culturale con altre realtà del Terzo settore ed accademiche, visione ai rapporti internazionali”.

In questo contesto si inserisce il dibattito su temi di stretta attualità come il dialogo intergenerazionale, le politiche di genere, la fidelizzazione dei donatori, la co-progettazione assieme ad altri partner della società civile, l’attenzione all’altro e la tutela dei diritti di tutti i cittadini.

Tutto questo in un clima di costante dialogo affinché si arrivi, come riportato nella relazione del Consiglio presentata in Assemblea “ad un percorso condiviso e concordato di politiche associative, di scelte di governance e di strategie, di individuazione di risorse e competenze umane e professionali che consentano di individuare una squadra rappresentativa e proiettata al futuro a garanzia di continuità, supportata dalla conoscenza”.

La prima giornata sarà divisa in due momenti:

-          Un webinar aperto a tutti i soci durante il quale interverranno esperti di Terzo Settore e tematiche sociali 

-          Sei gruppi di lavoro che avranno il compito di tracciare degli spunti di riflessione e delle linee di indirizzo sui temi considerati cardine per il percorso di riforma statutaria.  

A seguire, sabato 20 marzo, una sessione conclusiva in cui verranno restituiti gli elaborati dei gruppi di lavoro e anch’essa, come il webinar, aperta a tutti.

 

Gli incontri pubblici del 13 e del 20 marzo potranno essere seguiti su YouTube a questo link.

Entro il 3 marzo ogni Avis Regionale ed equiparata dovrà segnalare i tre delegati (di cui uno under 30) che prenderanno parte ai gruppi di lavoro scrivendo un’email all’indirizzo [email protected].

 

Di seguito il programma dettagliato della due giorni.

SABATO 13 MARZO

Moderazione di Elisabetta Soglio, Direttore di Corriere Buone Notizie

Prima sessione su identità e ruolo del volontariato, democrazia, dialogo co-progettazione

Ore 9-11 – Interventi di:

  • Stefano Arduini, direttore di Vita sul ruolo e l’identità delle associazioni di volontariato nell’attuale contesto socio-economico del nostro Paese
  • Corrado Del Bò, professore associato di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Scienze giuridiche Cesare Beccaria dell'Università Statale di Milano sul tema della democrazia e del confronto interno
  • Andrea Volterrani, sociologo dei processi culturali e comunicativi e ricercatore all’Università di Roma Tor Vergata, sui temi affrontati nel suo ultimo libro "Sviluppo sociale. Come il terzo settore può rendere protagoniste, partecipative e coese le comunità territoriali”.

Seconda sessione sul dialogo generazionale, politiche di genere, pari opportunità, inclusione e people raising

Ore 11-13 – Interventi di:

  • Andrea Salvini, Professore Ordinario di Sociologia Generale presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Pisa. Il suo intervento sarà incentrato sul dialogo intergenerazionale e sulla capacità di coinvolgere le nuove generazioni nelle attività dirigenziali della nostra Associazione.

    Per il CESVOT ha curato il volume “Capire il cambiamento. Giovani e partecipazione” e ha condotto dei focus group per conoscere i reali bisogni delle associazioni di volontariato (ivi compreso il coinvolgimento dei giovani e il ricambio generazionale).
     
  • Nicola Riva, professore associato del Dipartimento di Scienze sociali e politiche dell’Università degli studi di Milano. Esperto di teorie e diritti dell’eguaglianza e di filosofia dei diritti umani.
     
  • Elisabetta Gazzola e Paolo Celli, consulenti per il no profit di “Centrale Etica”

Sessione pomeridiana

I partecipanti (3 per ciascuna regione) saranno suddivisi in 6 gruppi di lavoro che si confronteranno, con il supporto dei relatori della mattina, sui seguenti temi.

  1. Identità, mission e ruolo di AVIS (oltre la donazione…) coordinamento di Stefano Arduini
  2. Democrazia e partecipazione, coordinamento di Corrado Del Bò
  3. Co-programmazione e co-progettazione con gli altri attori della società civile, coordinamento di Andrea Volterrani,
  4. Dialogo intergenerazionale, coordinamento di Andrea Salvini
  5. Politiche di genere e alterità, coordinamento di Nicola Riva
  6. People raising, coordinamento di Elisabetta Gazzola e Paolo Celli

 

SABATO 20 MARZO

Ore 9-13 – Restituzione dei vari gruppi di lavoro e conclusioni a cura del Presidente nazionale.

 

Fonte: Avis Nazionale

Punti prelievo AVIS del Trentino

Arco

Unità di Raccolta c/o Ospedale Arco Via Capitelli 48 - Martedì e giovedì dalle 7.15 alle 9.30 su appuntamento

Borgo Valsugana

Unità di Raccololta c/o Ospedale S.Lorenzo - 1° e 3° lunedì del mese e tutti i mercoledì dalle 7.20 alle 10.00 su appuntamento

Cles

Unità di Raccolta c/o Ospedale - Martedì e Giovedì dalle 7.30 alle 09.30 su appuntamento

Mezzolombardo

Ospedale S.Giovanni - Lunedì e Martedì dalle 7.15 alle 9.00 su appuntamento

Pergine Valsugana

Distretto Sanitario Via S.Pietro 2 - Martedì e venerdì dalle 7.20 alle 10.20 su appuntamento

Rovereto

Centro Trasfusionale c/o Ospedale S.Maria del Carmine - Dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 9.40 su appuntamento

Tione

Unità di Raccolta c/o Ospedale - Mercoledì e venerdì dalle 6.30 alle 10.00 su appuntamento

Trento

Banca del Sangue - Lunedì al Venerdì dalle 7.30 alle 10.00 su appuntamento